Le diete cominciano sempre di lunedì ma, per quanto ci mettiamo d’impegno, molte volte questo lunedì viene sempre posticipato di settimana in settimana allora, cerchiamo di mangiare di meno ed anche se riusciamo a tagliare pietanze importanti, il penso non accenna a diminuire. Molti si affidano al web e alla continua ricerca di diete particolari che, se non seguite da un’esperto professionista, possono anche portarci ad avere serie complicazioni. In ogni caso, può capitare che seguendo una qualsiasi dieta non si riesca ad arrivare al giusto obiettivo anche seguendo un’alimentazione rigida al dettaglio.

È facile che una dieta non dia i risultati sperati e molte volte non si riesce ad ottenere una perdita di peso importante anche a causa di allergie nascoste che sconosciamo ma che obbligano il nostro organismo a non perdere il giusto peso.

Se non perdi peso forse è a a causa di un’allergia?

Fermandoci a parlare con il nostro nutrizionista, il Dott. Fabio Buzzanca, abbiamo scoperto che una giusta alimentazione non è dovuta solo alla diminuzione di cibo introdotto nel nostro organismo ma il discorso è molto più complesso perché si parla di pesi, dosi e alimenti necessari per mantenere il nostro stile di vita. Molte volte, piccoli pasti veloci e frequenti riescono a darci lo stesso supporto energetico di grandi pasti abbondanti e non sentiamo quella fastidiosa sensazione di fame e pesantezza. Anche questo è risaputo ma l’attenzione che pone un serio professionista della nutrizione non è solo all’apporto energetico, proteico e vitaminico della dieta, un serio nutrizionista si pone anche le giuste domande cercando di comprendere se il nostro organismo ha delle piccole intolleranze, un esempio banale potrebbe essere il Nichel. Come spiega il nostro nutrizionista Fabio Buzzanca, il nostro corpo ha bisogno ingerire una certa quantità di metalli tra cui il Nichel, ma questo metallo a volte provoca fastidiose allergie, un esempio banale sono le creme che si usano per la pelle che, contenendo forti dosi di Nichel, possono provocare puntine e prurito. È logico quindi che l’allergia a questo metallo, se si manifesta sulla cute diventa evidente ma, se questa si manifesta all’interno del nostro organismo?

Vi invitiamo quindi a leggere l’articolo del Dott. Fabio Buzzanca sul suo blog personale [LINK] e vi aspettiamo da New Delta per conoscere tutte le varie possibilità per ottenere una sana nutrizione con una corretta perdita di peso.